Testarossa Rosato

Testarossa Rosato

Terre Aquilane I.G.P.

100% Montepulciano d'Abruzzo

Versione giovane della linea storica Testarossa, questo rosato vivace nel colore e nei profumi, si esprime al massimo della sua eleganza nel territorio di Capodacqua (AQ).

Caratteristiche tecniche

Anno di Produzione 2015

Zona di Produzione

I vigneti si estendono nel Comune di Capestrano ai piedi del massiccio centrale Gran Sasso sui monti della laga a 400 m s.l.m. La famiglia Pasetti fa il suo primo impianto nel 2004, in questo territorio, caratterizzato da forti escursioni termiche, ricco di storia e di analoga bellezza. Sulla sorgente di Capo d’Acqua si estendono i nostri vigneti. L’età media è di circa 5 - 7 anni. L’esposizione è Sud–Ovest. La storia vuole che i primi insediamenti delle popolazioni sul Tirino risalgono al V secolo A.C. durante le invasioni dei saraceni. Essi inseguiti si spostarono sulle rocche. Il ritrovamento del famoso Guerriero di Capestrano nel 1937 (una delle più famose sculture picene) ne testimonia le numerose battaglie.

Storia del Vino

Il rosato “Testarossa” viene ottenuto dalla pigiatura delle uve Montepulciano d’Abruzzo con una resa di 100 - 110 quintali per ettaro. Le uve, raccolte generalmente, entro la terza decade di ottobre, vengono pigiate e criomacerate per 18 ore ad una temperatura di 6 gradi. Frementazione a temperatura controllata tra i 10 °C e i 13 °C in serbatoio inox, a fine fermentazione decantato a freddo, imbottigliato e messo al consumo entro febbraio successivo alla vendemmia.

Caratteri Organolettici

Di colore rosa cerasuolo brillante, il suo fine bouquet si apre con aromi di ciliegia, ribes e frutti di bosco. Al palato, un impatto di spiccata mineralità e acidità accompagnano un finale di fragola e rosa canina.

Vendemmia

Generalmente prima e seconda decade di ottobre.

Vinificazione

In bianco, criomacerazione a 4°C per 24-36 ore, prepigiatura e pressatura soffice, con successiva refrigerazione per favorire la decantazione. Fermentazione con l'ausilio di lieviti selezionati a bassa temperatura (10 °C - 13 °C), in acciaio.

Affinamento

Due mesi acciaio sulle fecce nobili, successivamente 3 mesi di affinamento in bottiglia.

Modo di Servirlo

Lasciare riposare il vino almeno 10 giorni dopo l’arrivo. Va servito in bicchieri di media dimensione con bordi svasati a temperatura di 12 °C.

Abbinamenti Gastronomici

Ottimo come aperitivo con gli “stuzzichini”, si presta a molteplici abbinamenti che vanno dalla pizza al baccalà, dagli antipasti di pesce dell’adriatico ai salumi, dai primi piatti con salsa di pomodoro agli arrosti, si sposa bene anche con formaggi delicati.

Modi di Conservazione

La bottiglia va tenuta in posizione orizzontale in ambiente preferibilmente buio, lontano dai rumori, con una temperatura tra i 15-18 gradi ed una umidità intorno al 60-80%. Il vino esprime il meglio di sé se consumato entro 12/18 mesi dalla sua produzione.

Dati Analitici

Gradazione Alcolica: 13,00 % Vol.
Zuccheri residui: 2,80 g/l
pH: 3,34 g/l
Acidità Totale: 6,00 g/l
Estratto: 23,51 g/l